Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Il trentennale di “Ahimè” in una mostra fotografica

18 Ottobre 2012 @ 08:00 - 17:00

A partire da Giovedi 18 Ottobre alle 19,00, aprirà presso il foyer del Teatro Bismantova a Castelnovo Monti la mostra fotografica dedicata al Progetto Ahimè .

La Mostra resterà aperta fino al giovedì successivo (25 Ottobre) quando verrà proiettato il film, ad ingresso gratuito, “Ahimè il congresso del mondo” .

La mostra narra il percorso di ricerca di un contenitore buono, dal telaio alla psicomotricità al film,  iniziato da un gruppo di operatori e di pazienti dopo la 180.
Le foto e i disegni dei costumi (di Morena Pedrini) prodotti 30 anni fa saranno ragione per ricordare per chi c’era e per conoscere per chi non c’era le buone pratiche di un Progetto ancor oggi all’avanguardia nella ricerca psichiatrica di una struttura intermedia a misura d’uomo.
 

A seguire il commento di Benedetto Valdesalici, vicepresidente di Villacultura e organizzatore dell’evento. 

Nel dicembre dell’83 Hirren Offensive – gruppo di matti autogestiti berlinesi – ci dichiarava che è comunque meglio che la psichiatria faccia dei film piuttosto che le proprie specifiche mansioni di controllo e contenzione fisica e farmacologica. Su questo ci trovammo d’accordo e dopo una discussione che si protrasse per due sere di seguito in Verrukenburg al 16 di Pallasstrasse, finalmente ci guardammo Ahimè.

Dietro questo titolo stavano 50 minuti di una proiezione in 16 millimetri e tre anni di lavoro sotterraneo, di derive e di cambi di rotta, di corpi e di tracce, tre anni trascorsi a cercare un contenitore psichiatrico che non avesse mura né custodi e su cui il vessillo o serenità o serenase fosse finalmente ridotto in cenere.

Delusi dal manicomio, delusi dal terricomio, delusi dal settore e dalla psichiatria ambulante, reduci, nel senso dei CCCP, finalmente ci rendemmo conto che l’unico modo per ottenere questa struttura intermedia non poteva consistere altrimenti che nel proporre ad altri, matti, quello che avremmo proposto a noi stessi sani.

Lavorammo per un anno come artigiani di telaio, di batik,  di maschere e di pupazzi. Ma vi sembra che sarebbe soddisfacente per il vostro desiderio  proporvi di lavorare?

   Così rivalutammo il nostro e l’altrui narcisismo, avevamo un’immagine e cominciammo a lavorare su quella.
Centinaia di diapo si accatastarono sui nostri tavoli ma erano rigide, immobili, acinetiche e senza vita.

Decidemmo di fare un film.

Ma noi, pur vivi, eravamo rigidi, poco mobili, quasi come quelle diapo, e per ritrovare il corpo che siamo trascorremmo quattro mesi in palestra: Aucouturier, Hanna Alexandre, Lowen, Shultz, sudore, odore, toccare, muovere, cinetica,cinematica.

Le riprese cominciarono ad aprile e terminarono a giugno dell’anno successivo. Cercammo per un lungo periodo di fare un film, a metà strada ci accorgemmo che il film stava facendo noi. I  fantasmi interni si palesarono come fantasie esterne, l’oggetto transizionale funzionava, il contenitore era buono.

Ahimè non è un documentario, anche se  documenta le interazioni fra vari immaginari;

  Ahimè non è un documento antropologico, anche se tratta di un gruppo tribale in via di estinzione; Ahimè è la storia di una banda disarmata e disarmante;

Ahimè adesso è soltanto un film che andrebbe proiettato, attraverso due elettrodi  posti nella zona occipitale del cranio direttamente nella scissura calcarina degli spettatori che dovrebbero essere sdraiati negli stessi letti di contenzione in cui parte dei protagonisti ha trascorso giorni, oppure iniettato lentamente in vena come una fiala di Entumin o di Largactil.

 

Ahimè dovrebbe essere distribuito come un prodotto depot  e liberarsi lentamente nel circolo sanguigno coprendo il fabbisogno di scontrollo degli spettatori da 15 a 30 giorni.

Ahimè, dicevamo, è soltanto un film, tra l’altro naif, provinciale e sempliciotto dedicato a tutti i Quozienti Intellettivi inferiori  a 70.

 

Benedetto Valdesalici 

Dettagli

Data:
18 Ottobre 2012
Ora:
08:00 - 17:00
Categoria Evento:
Tag Evento:
,

Luogo

Teatro Bismantova
Via Roma, 75
Castelnovo ne' Monti, RE 42035 Italia
Telefono:
0522614078
Sito web:
https://www.teatrobismantova.it/

Organizzatore

Villacultura
Email:
villacultura@gmail.com